LENTI A CONTATTO

LENTI A CONTATTO IN SICUREZZA

Per massimizzare il comfort visivo e garantire un utilizzo sicuro nel tempo, è indispensabile individuare la miglior lente a contatto per ogni occhio di ogni persona. A tal fine effettuiamo tutti i necessari esami preliminari all’applicazione delle lenti: analisi della lacrima con strumento Tearscope, topografia corneale con Topografo Corneale, analisi del segmento esterno dell’occhio con Biomicroscopio.
Ricordiamo che è sempre consigliato verificare l’assenza di controindicazioni da parte del Medico Oculista.

GLI SPECIALISTI DELLE LENTI... SPECIALI

L'INNOVAZIONE DELLE LENTI MINISCLERALI PARAGON NORMALEYES

Finalmente anche chi ha problemi con le lenti in uso o chi presenta anomalie del profilo corneale, può trovare la soluzione visiva ottimale. Queste lenti sono studiate per i casi di irregolarità corneale traumatica o post chirurgica, per gli occhi che hanno sviluppato intolleranza alle lenti rigide e per le forme di astigmatismo regolare ed irregolare.

Le lenti a contatto rigide gas permeabili minisclerali non interferiscono con il tessuto corneale, rimanendo sollevate lungo tutta la sua superficie. Questo assicura l’integrità dell’epitelio corneale anche nei casi dove potenzialmente ci può essere fragilita del primo strato cellulare.

Queste lenti garantiscono una visione stabile e priva di riflessi e aloni e lo stesso comfort di una lente morbida. Rispettano la fisiologia corneale, poiché la lente non tocca mai la cornea; migliorano il comfort rispetto alle lenti GP tradizionali; migliorano l’ossigenazione dell’occhio grazie al materiale ad alto DK/T.

LENTI MORBIDE IN SILICONE HYDROGEL

Per rispettare la fisiologia degli occhi, le lenti a contatto devono assicurare la sufficiente presenza di acqua e ossigeno, i due elementi indispensabili per la salute visiva. In questo senso le moderne lenti in Silicone Hydrogel sono una grande conquista perché sono costituite da circa il 50% di acqua e permettono una trasmissione di ossigeno 5 volte superiore ai tradizionali materiali delle lenti a contatto.

Queste caratteristiche rendono sicuro e confortevole l’utilizzo delle lenti per l’intera giornata. L’importante è rispettare sempre le indicazioni fornite dal contattologo di fiducia.

LENTI CON MATERIALI A BASE DI FOSFORICOLINA

La Biocompatibilità è un’altra caratteristica indispensabile per la salute degli occhi durante l’utilizzo di lenti a contatto.

La presenza di Fosforicolina nella formulazione del materiale, rende le lenti biomimetiche e biocompatibili, promuovendo anche una costante idratazione dell’occhio durante l’uso.

LENTI A RILASCIO DI ACIDO IALURONICO

Nei pazienti che lamentano una sensazione di occhio “secco”, si riscontrano spesso carenze nella parte mucosa delle lacrime. L’acido Ialuronico è una sostanza viscoelastica, normalmente presente nel corpo umano, che supplisce alla carenza mucinica, migliorando la stabilità della lacrima, la trasmissione dell’ossigeno e il comfort nell’utilizzo giornaliero.

LENTI IBRIDE

Sono lenti formate da una parte morbida esterna, detta “Skirt” e una rigida al centro. La particolare geometria con struttura periferica in hydrogel o in silicone-hydrogel, permette l’appoggio della lente sull’occhio, garantendo così un elevato comfort, paragonabile a quello di una lente morbida. La porzione centrale formata da un materiale rigido ad elevato passaggio di ossigeno, assicura una buona acuità visiva e un’ottima qualità ottica.
La lente Ibrida è una valida alternativa applicativa in casi di elevata sensibilità alle lenti RGP o in casi di cornee con irregolarità lievi o medie, come il cheratocono, o astigmatismi irregolari medi ed elevati, grazie alla possibilità di ricettazione per soddisfare tutte le esigenze del singolo portatore.